Casinò

Casinò di Venezia

Pubblicato: Novembre 25th, 2020 di Antonio

Il casinò di Venezia è, insieme a quello di Sanremo, uno dei casinò più famosi d’Italia, la cui fama e celebrità, derivano da secoli di storia, nei quali, la casa da gioco, ha cercato di soddisfare i gusti dei giocatori passati nella città dai mille canali.

Il Casinò è una parte importante della storia veneziana, poiché nel 1638, quella che all’epoca era una delle città mondane più in vista d’Europa, vide l’inaugurazione del Ridotto di San Michele, la prima casa da gioco veneziana, ma anche, la più antica casa da gioco al Mondo.

Molte cose sono cambiate nei secoli, ma il casinò di Venezia non ha mai perso il proprio spirito originale e ancora oggi, nelle sue sale, visitatori, turisti e giocatori, possono incontrare spettacoli, giochi, e un eccellente ristorazione, il tutto immersi nella magnificenza di antichi palazzi storici veneziani.

Qualche informazione sul Casinò

Il Casinò di Venezia, come qualsiasi altro casinò al mondo, offre ai propri visitatori una serie illimitata di servizi che vanno dal gioco ai tavoli a spettacoli, concerti, grandi eventi, e non manca ovviamente una buona ristorazione.

Il casinò di Venezia oggi si compone di due sedi fisiche ed un portale di gioco on-line, la più antica delle sedi, situata a Ca’ Vendramin Calergi, fondata negli anni cinquanta, mentre l’ultima e più recente sede, situata in a Ca’ Noghera, è stata fondata soltanto nel 1999.

Ma queste, non sono le uniche due sedi mai esistite.

Nel corso dei secoli infatti la casa da gioco di Venezia ha cambiato diverse volte casa e vesti ed ha visto la fondazione e l’inaugurazione di sedi che ormai non esistono più, come la sede del Casinò aperta a Lido sul finire degli anni trenta poi trasferita a presso il Centro Storico a Ca’ Vendramin Calergi negli anni cinquanta, dove si trova tutt’ora.

I Ristoranti Wagner e Marco Polo

Entrambe le sedi del casinò di Venezia, ospitano ristoranti d’eccellenza come il Wagner e il Marco Polo, entrambi

Ristorante Wagner

Il Ristorante Wagner, è tra i due, il ristorante più esclusivo, con soli 150 posti, suddivisi in tre ambienti, che prendono il nome di Sala Gialla, Sala Palma e Sala Rosa, situate presso il piano nobile (primo piano) della sede storica di Ca’ Vendramin Calergi, e arricchite dalla presenza di tele di Palma il Giovane e affreschi di Gian Battista Crosato.

Il nome del locale è un omaggio al compositore tedesco Richard Wagner, che tra il 1882 e 1883 dimorò presso palazzo Vendramin Calergi.

Il Wagner è un luogo in cui Storia, arte e tradizione culinaria veneziana si incontrano cenare lì, significa cenare immersi nell’arte, nella storia e nella tradizione lagunare, grazie anche ad un menù estremamente ricco e variegato in cui pietanze provenienti dalla tradizione culinaria lagunare si intrecciano a specialità a base di pesce e prelibatezze di ogni epoca.

Una cena al Ristorante Wagner del Casinò di Venezia, non è solo una cena, è un qualcosa di più, è un esperienza culinaria e artistica, un viaggio nella storia e nella tradizione della laguna che è possibile concedersi in una qualsiasi sera dell’anno, il Wagner infatti è aperto tutte le sere, tranne il 24 ed il 25 dicembre.

Ristorante Marco Polo

Meno esclusivo, meno elitario, ma non meno raffinato, affascinante e suggestivo, è il ristorante Marco Polo, il cui ambiente è più moderno si presta particolarmente ad una cucina più creativa e di Tendenza. Il ristorante Marco Polo del Casinò di Venezia è un locale giovane e alla moda, presenta un design sofisticato e glamour, e da la possibilità ai suoi ospiti di degustare prodotti e vini di alta qualità, che abbracciano sia la tradizione mediterranea che la tradizione veneziana, e non mancano piatti a base di carne o pesce, e per chi invece ha voglia di stuzzicare l’appetito con golosità varie, può trovare al Marco Polo, anche una vasta selezione di antipasti, stuzzichini, oltre ad un infinita varietà di pizze.

Una cena al Marco Polo è senz’altro un esperienza culinaria diversa da una cena al Wagner, ma non per questo meno appagante e soddisfacente.

La Storia del Casinò di Venezia

La storia del casinò di Venezia è iniziata ufficialmente nel 1638, con la fondazione del Ridotto di San Moisè, ed è continuata nei secoli con l’inaugurazione di nuove sedi di cui oggi ne esistono ancora due.

Palazzo Loredan Vendramin Calergi

La sede principale del Casinò è ospitata presso Palazzo Loredan Vendramin Calergi, situato nel sestiere di Cannaregio e affacciato sul Canal Grande tra Casa Volpi e Palazzo Marcello, di fronte a Palazzo Belloni Battagia e al Fontego del Megi.

Questo palazzo storico è stato progettato dall’architetto Mauro Codussi, su commissione della famiglia Loredan, ed i lavori inizarono nel 1481 per concludersi nel 1509, successivamente, nel 1851 i Loredan, in difficoltà economica, furono costretti a vendere l’edificio che venne acquistato dal duca di Brunswick, per poi passare nelle mani di Guglielmo III Gonzaga, che nel 1589 lo vendette a Vettor Calergi.

Nelle mani della famiglia Calergi l’edificio venne fatto ampliare dall’architetto Vincenzo Scamozzi, le cui modifiche coprirono parte del precedente giardino e diedero all’edificio l’odierna e caratteristica forma ad elle.

Nel 1739 l’edificio passo ancora una volta di mano, questa volta per via ereditaria, e l’edificio venne rinominato da palazzo Loredan a palazzo Vendramin Calergi.

L’ultimo proprietario dell’edificio fu il conte di Misurata Giuseppe Volpi, che fu proprietario dello stabile tra il 1937 ed il 1946. Questi fece restaurare l’edificio dividendo la struttura in due aree, così da poter utilizzare il primo piano come sede di rappresentanza per eventi e convegni e il secondo piano, come sede del centro di Elettrologia. Nel 1946 però il palazzo divenne di proprietà del Comune di Venezia che, grazie alle modifiche strutturali apportate da Volpi, poté destinare l’edificio a sede invernale del Casinò di Venezia.

Nel 2000, il comune di Venezia ha trasferito la proprietà effettiva dell’edificio, alla società partecipata, di proprietà del comune di Venezia, Casinò di Venezia SpA.

Casinò del Lido

Nel 1936 il comune di Venezia, ottenne l’autorizzazione da parte del ministero dell’interno, all’esercizio del gioco d’azzardo nel territorio comunale di Venezia.

Grazie a questa autorizzazione, il comune poté inaugurare una sede del Casinò a Venezia e scelse come luogo di destinazione la zona del Lido, presso le quattro fontane, in un area in cui sorgeva un vecchio forte che venne demolito per poi essere ricostruito e incorporato nella struttura che avrebbe ospitato il casinò.

L’inaugurazione del Casinò del Lido avvenne nel 1938 e si legava al palazzo del Cinema, inaugurato nel 1937, e all’hotel Excelsior, tramite un percorso sotterraneo, e a questi si aggiungeva il progetto di una piscina al coperto, i cui lavori non sono mai terminati.

Il Casinò del Lido era ospitato in una moderna struttura, dal design razionalista, dotata di numerosi impianti di riscaldamento e raffreddamento. Negli anni 50 tuttavia, con l’inaugurazione di una nuova sede invernale del casinò, la sede del Lido venne ridotta a sede estiva del Casinò di Venezia, funzione che avrebbe assolto fino alla definitiva chiusura avvenuta negli anni 90. Poco prima dell’apertura della nuova sede a poca distanza dall’aeroporto Marco Polo.

Con la chiusura della sede estiva, si interruppe l’alternanza stagionale tra le due sedi del casinò, e dagli anni 90, sia la sede di Ca’ Vendramin Calergi che la sede di Ca’ Noghera, sono aperte contemporaneamente, tutti i giorni dell’anno, fatta eccezione per la sera della vigilia e il giorno di natale, 24 e 45 dicembre.

Il Dress Code del Casinò

Come molti casinò al mondo, anche il Casinò di Venezia, richiede ai propri ospiti il rispetto di alcune regole di abbigliamento e di comportamento, che prevedono un vestiario consono e decoroso, anche se non eccessivamente elegante.

L’abbigliamento femminile è molto libero, sia nella sede di Ca’ Vendramin Calergi che la sede di Ca’ Noghera, non sono previste troppe limitazioni e alle donne è consentito un abbigliamento anche informale.

Per gli uomini invece c’è qualche regola in più da rispettare. Non è consentito indossare pantaloncini corti, canotte, sandali, infradito e ciabatte, ne tute da ginnastica o altro tipo di abbigliamento “da spiaggia”.

Nella sala slot della sede di Ca’ Vendramin Calergi, è consentito ai signori, accedere all’area slot, in abbigliamento “da passeggio”, quindi abiti informali, ma pur sempre sobri, ciò comporta anche la possibilità di indossare pantaloncini sopra al ginocchio, polo, camici e scarpa sportiva, ma solo fino alle 20:30.

Mentre per quanto riguarda la sede di Ca’ Noghera, è consentito l’accesso con abiti da passeggio in tutte le aree del casinò

La sede di Ca’ Vendramin Calergi è quella più elitaria e raffinata, e i suoi ambienti richiedono un abbigliamento più raffinato ed elegante, inoltre, a differenza della sede di Ca’ Noghera, ospita un area Privé, dove è possibile accedere solo dopo le 20:30 e con un abbigliamento formale o semi formale, pertanto il casinò consiglia di indossare una giacca.

I Giochi del casinò di Venezia

Il casinò di Venezia è nato nel 1638 come casa del gioco, ed ha, in un certo senso, inventato il concetto stesso di casa del gioco, ovvero di luogo attrezzato in cui gli ospiti possono giocare.

Nei secoli il gioco d’azzardo è cambiato, così come sono cambiati i giochi e i tavoli presenti al casinò.

Oggi le due sedi fisiche del casinò di Venezia ospitano diversi tipi di tavolo, per diversi tipi di gioco e di giocatori.

Nella sede storica di Ca’ Vendramin Calergi, si possono trovare tavoli di giochi “classici”, in continuità con l’ambiente che circonda le sale da gioco, per giochi classici si intende quei giochi e quei tavoli che era possibile incontrare al casinò anche un secolo fa, ma non solo. Tra questi abbiamo la Roulette Francese, ma anche tavoli di Chemin de fer, Punto Banco, Fair Roulette, Black Jack e Ultimate Texas Hold’em Poker.

Nella più moderna e colorata sede di Ca’ Noghera, invece, si possono incontrare tavoli e giochi più moderni e di tendenza, quali, ma non solo. Tra questi abbiamo la Fair Roulette, Black Jack, Caribbean Stud Poker, Ultimate Texas Hold’em Poker, Roulette Francese, Chemin de Fer, Punto Banco ed Ez Baccarat.

Casinò On-Line

Ma il Casinò di Venezia è anche un casinò on-line, sul quale si può giocare a diversi tipi di Poker e video Poker, slot, bingo, lotterie, scommesse e e tanti altri giochi on-line.

Eventi, Spettacoli e Tornei

Oltre a sale da gioco, privé e ristoranti, il Casinò di Venezia ospita, presso il piano nobile della sede di Ca’ Vendramin Calergi, il Salone delle Feste. Si tratta di un enorme sala spettacolo attrezzata per ospitare eventi, concerti e spettacoli, inoltre, il palazzo dispone di un ampio giardino, che affaccia su Canal Grande, e nel quale è possibile svolgere eventi e spettacoli all’aperto.

Il Casinò organizza eventi in entrambe le sedi, ma, con qualche differenza, mentre la sede di Ca’ Vendramin Calergi si presta maggiormente ad eventi di gala e spettacoli, la sede di Ca’ Noghera, è più legata al gioco e alle sale da gioco ed i suoi eventi, principalmente tornei, riguardano soprattutto le sale da gioco.

In particolare, presso la sede di Ca’ Noghera, grazie anche alla sua enorme sala tavoli, da oltre 1000 mq, vengono organizzati numerosi tornei nazionali e internazionali.

Il nostro voto

Info sull'autore

Antonio

Lascia un commento