Scommesse

Pronostici scommesse

Pubblicato: Maggio 14, 2020 di Antonio

Conoscere i pronostici sportivi è fondamentale per le tue scommesse sportive, perché i pronostici possono aiutarti a scegliere su quali eventi sportivi scommettere e quali invece mettere da parte.

Generalmente i bookmaker rendono pubblici i propri pronostici per le scommesse, sia direttamente, sia indirettamente, attraverso la pubblicazione delle diverse quotazioni per i vari eventi su cui è possibile scommettere.
Oltre ai bookmaker anche molti giornali e riviste di settore, possono pubblicare i propri pronostici sportivi.

I pronostici scommesse vengono generalmente utilizzati per determinare la quotazione delle singole scommesse, ovvero il moltiplicatore che permette di calcolare il payout in caso di vittoria quando si effettua una scommessa. Generalmente la quotazione è calcolata in rapporto alle possibilità stimate che un determinato evento si verifichi, ed è espressa nella forma di un valore unitario diviso per un valore decimale.

Per determinare una quotazione un bookmaker si serve dei pronostici, e, questo stesso strumento può essere utilizzato da un giocatore per individuare gli eventi su cui scommettere.

In questa guida ti spiegherò nel dettaglio come sono e come vengono realizzati i pronostici, e ti aiuterò a tracciare un tuo personale modello per calcolare in autonomia i tuoi pronostici sulla cui base effettuare le tue scommesse.

Se vuoi conoscere i migliori sistemi per le tue scommesse sportive, ti consiglio questo post in cui ti spiego come funzionano i migliori sistemi scommesse.

Che cosa sono i Pronostici

Come ti anticipavo, i pronostici scommesse sono una stima ponderata delle reali probabilità di successo di un determinato avvenimento, come ad esempio la vittoria della squadra di casa in una partita di calcio, o la vittoria di un determinato pilota in un circuito di formula uno, e così via.

Trattandosi di una stima ponderata, i pronostici devono necessariamente basarsi su una serie di dati concreti e reali, e non possono essere determinati da sensazioni o simpatie.

Ipotizzare la vittoria della tua squadra del cuore, ultima in classifica, in una partita contro la squadra favorita del campionato, non è un pronostico, ipotizzare la vittoria della squadra favorita di un campionato, contro la tua squadra del cuore, in coda alla classifica, è un pronostico.

I pronostici vengono utilizzati dai bookmaker per determinare le proprie quotazioni sui singoli eventi sportivi e generalmente sono in rapporto diretto con la quotazione.

Dove posso trovare i pronostici

Molte riviste e quotidiani di settore, e in tempi più recenti anche tantissimi siti internet, blog e applicazioni o portali di gioco e scommesse on-line, forniscono quotidianamente dei pronostici aggiornati e in tempo reale sugli eventi sportivi.

Generalmente i portali di gioco offrono pronostici legati prevalentemente agli eventi quotati sul proprio portale, diversamente molti blog di informazione sportiva, forniscono pronostici scommesse dettagliati su qualsiasi evento sportivo.

Cercare on-line pronostici sportivi può aiutarti ad avere un idea generale sugli eventi che ti interessano maggiormente e individuare quegli eventi più favorevoli su cui scommettere.

Molto spesso diversi bookmaker pubblicano proiezioni, pronostici e quotazioni differenti tra loro su uno stesso evento, può ad esempio capitare che la finale di un importante evento sportivo, come la NBA, possa avere quotazioni differenti a seconda del bookmaker.

Alcuni pronostici scommesse potrebbero dare maggiormente vincente una delle due squadre in gioco, mentre altri potrebbero indicare l’altra squadra come favorita e alti ancora potrebbero dare ad entrambe la stessa probabilità di vittoria.

In momenti di incertezza come questi, in cui pronostici diversi danno quotazioni differenti, è importante riuscire a riconoscere quelli più attendibili.

Come riconoscere un buon pronostico

Un buon indicatore dell’affidabilità dei pronostici di un determinato bookmaker è rappresentato dallo storico degli eventi passati.

È buona norma consultare più eventi distribuiti nel tempo e comparare il loro risultato effettivo con quello pronosticato e, in base alla percentuale di successo di quei pronostici, sarà possibile determinare l’affidabilità degli stessi.

Un portale che ha pronosticato correttamente oltre l’80% degli eventi, è sicuramente più affidabile di un portale che ha pronosticato correttamente poco più del 30% degli eventi.

Come i Bookmaker determinano i pronostici

Per ottenere i propri pronostici scommesse e le conseguenti quotazioni, i bookmaker valutano numerose variabili, tra cui l’attuale posizione in classifica, le prestazioni dei calciatori nelle partite precedenti, le condizioni di salute dei giocatori, le precedenti partite in cui le due squadre hanno giocato l’una contro l’altra, le statistiche relative alle due squadre nei risultati ottenuti in casa e in trasferta, quali giocatori verranno messi in campo, se ci sono eventuali giocatori infortunati o sospesi, le condizioni climatiche, il carico di lavoro dei calciatori, ovvero, se sono previsti in un breve periodo più eventi, ecc ecc ecc.

La determinazione di un pronostico è un processo statistico, di conseguenza, richiede moltissimi dati. Più sono le informazioni che vengono prese in esame da un bookmaker, più sarà accurata la stima e di conseguenza maggiori saranno le probabilità che l’evento si concluda secondo i pronostici. Tuttavia, per quanto elevata la mole di dati raccolta e per quanto possa essere, anche il più accurato e verosimile dei pronostici, non garantisce la certezza che un evento si concluda in un determinato modo, questo perché anche il più attento e meticoloso degli analisti, non è in grado di prevedere la totalità delle variabili e delle forze in gioco durante una gara o evento sportivo, ed ogni imprevisto può vanificare il pronostico.

Come fare un pronostico

Come ti anticipavo nel paragrafo in cui ti spiegavo come i bookmaker effettuano i propri pronostici, più saranno le informazioni in tuo possesso, più accurati saranno i pronostici, di conseguenza, per fare dei pronostici sportivi corretti e scegliere lucidamente su quali eventi scommettere, è anzitutto importante conoscere alla perfezione lo sport su cui vuoi scommettere.

Se però vuoi provare il brivido di scommettere su uno sport che conosci relativamente poco o che hai iniziato a seguire di recente, ciò che puoi fare è studiare e comparare i numerosi pronostici presenti on-line e su riviste sportive. Nel paragrafo precedente ti ho fornito alcune indicazioni su come individuare i pronostici migliori.

Come ottenere i dati

Quando effettui dei tuoi pronostici, a differenza dei bookmaker, le informazioni a tua disposizione sono molto limitate, così come le possibilità di analizzare quei dati. I Bookmaker oggi si servono di sofisticati programmi di monitoraggio e analisi che li aiutano a tracciare i propri pronostici, tu invece, dovrai fare tutto manualmente, e per questo motivi, la tua esperienza è il primo elemento da tenere in considerazione se vuoi tracciare un buon pronostico.

Dovrai innanzitutto conoscere molto bene le regole dello sport su cui vuoi scommettere e questo non dovrebbe essere un problema se sei un appassionato di quello sport.

Se ad esempio ti interessano le scommesse sul calcio perché sei un appassionato di calcio, che segue con interesse e attenzione tutte le partite della propria squadra del cuore e si tiene informato sull’intero campionato, tracciare dei pronostici calcistici sarà molto più semplice rispetto al tracciare pronostici su uno sport che non conosci affatto. Inoltre, la grande passione e l’interesse con cui segui la tua squadra del cuore, è un fattore molto importante che ti fornirà moltissimi dati aggiuntivi utili per tracciare una stima più accurata sul possibile esito delle prossima partita in cui sarà coinvolta.

Storico delle partite

Il primo e più semplice dei dati che puoi cercare per i tuoi pronostici è lo storico delle partite, grazie a queste informazioni potrai tracciare un andamento generale delle varie squadre, individuando i loro punti di forza e le loro debolezze, come ad esempio le condizioni in cui rendono meglio e le condizioni in cui il loro rendimento è minore.

Carico di lavoro

Conoscere lo sport e le squadre però non basta. Per un buon pronostico sportivo, dovrai fare molta attenzione alle condizioni fisiche degli atleti, se ad esempio una determinata squadra è impegnata in un momento di grande carico lavorativo, ovvero, la squadra oltre agli allenamenti quotidiana si ritrova a dover affrontare partite per diversi campionati a pochi giorni di distanza, come ad esempio una partita in Champions League, Europa League e Coppa Italia nella stessa settimana, è molto probabile che il rendimento dei calciatori andrà calando nel tempo, questo perché tra allenamenti e partite, saranno molto più affaticati e stanchi rispetto all’inizio dei campionati, inoltre, giocando tante partite, il rischio di infortuni, non necessariamente gravi e compromettenti, è molto elevato e questo può compromettere il rendimento dei calciatori.

Per avere accesso a queste informazioni sarà necessario, oltre a seguire le varie partite, leggere anche vari articoli di informazione su blog e riviste e naturalmente seguire gli account social degli atleti e dei loro club.

Il rendimento generale

Oltre alle condizioni fisiche, anche il rendimento generale dei singoli atleti e delle squadre è un dato molto importante da tenere in considerazione per elaborare dei pronostici per le tue scommesse.

Il rendimento generale è indicativo del numero complessivo di reti o comunque di vittorie effettuate durante il campionato e della media delle reti e vittorie sia sull’intero campionato che nelle ultime settimane.

Questo tipo di dati ci permette di sapere se le performance di un atleta nel tempo stanno migliorando o stanno peggiorando, ad esempio un calciatore che ad inizio campionato aveva una media di 1 gol a partita, e che a fine campionato registra una media di 2 gol a partita, può essere indicativo di un progressivo miglioramento delle condizioni fisiche, della tecnica o degli schemi di gioco adottati dalla squadra.

Per un buon pronostico, può essere utile anche cercare di capire cosa ha portato ad un miglioramento delle performance del calciatore, perché, se ad esempio le sue performance sono migliorate a seguito di un maggior affiatamento con alcuni compagni di squadra, la sostituzione di uno di questi potrebbe compromettere le performance dell’attaccante, riducendo i suoi gol in una o più partite.

Rendimento in casa e in trasferta

Giocare in casa o fuori casa, in alcuni casi può fare la differenza tra vittoria o sconfitta, questo particolare è determinato dalla conoscenza che i calciatori hanno del campo, della sua conformazione, ecc.

Nel calcio e negli sport di squadra come rugby, football, basket ecc, la squadra che gioca in casa può comportare un leggero vantaggio, determinato dalla propria conoscenza del campo, lo stesso accade per le corse automobilistiche e motociclistiche, soprattutto per quelle scuderie particolarmente legate o comunque vicine ad alcuni circuiti, per cui, un pilota che si esercita su un tracciato, sarà leggermente avvantaggiato su quel tracciato che conosce meglio di chiunque altro.

Per questo motivo è importante capire come gli atleti si comportano in casa e fuori casa, può essere utile tenere uno storico delle vittorie in casa e delle vittorie in trasferta, e comparando questi dati capire se le vittorie di una determinata squadra sono più o meno influenzate dal campo su cui giocano.

Ipotizzando una finale di campionato fuori casa per una squadra che ha un rendimento costante sia quando gioca in casa che quando gioca fuori casa, contro una squadra che da il meglio di se quando gioca in casa, ci permette di pronosticare una vittoria dell’una o dell’altra squadra al 50%, mentre una finale di campionato in cui competono due squadre, che, in entrambi i casi presentano un leggero vantaggio quando giocano in casa, ci permette di pronosticare una vittoria della quadra di casa con una probabilità maggiore, circa il 60% rispetto alla vittoria della squadra ospite la cui vittoria è stimata la 40%.

Le quotazioni

Come ti anticipavo nell’introduzione, i bookmaker derivano le quotazioni dai pronostici sportivi e generalmente sono proporzionate ad essi, di conseguenza, possiamo provare a dedurre matematicamente le probabilità di vitoria di una determinata squadra, dalla sua quotazione.

Ipotizziamo ancora una volta una finale di campionato dove la squadra di casa è quotata 1:1.70 e l’ospite è quotata 1:2.10, dividendo l’unità per la sua quotazione 1,70, otterremo 0.588 che, moltiplicato per 100 ci darà la percentuale stimata di vittoria, ovvero, 58,8% Possiamo quindi sapere che le probabilità di vittoria della squadra di casa stimate da questo bookmaker sono del 59% circa, mentre le probabilità di vittoria della squadra di casa sono del 48% circa.

Avrai notato che la somma delle probabilità di vittoria dell’una e dell’altra squadra, ovvero 59% e 48% è del 107%, ovvero una probabilità superiore al 100%, questo errore è dovuto al fatto che le probabilità di vittoria per l’una o l’altra squadra sono stime individuali, e non sono in rapporto tra loro. Aumentando i dati e effettuando calcoli più avanzati è possibile ridurre l’errore, tuttavia, questo, per quanto infinitesimale, sarà sempre presente.

Il nostro voto

Info sull'autore

Antonio

Lascia un commento