Giochi da Casinò

Le regole del pai gow poker

Pubblicato: Marzo 12th, 2021 di Antonio

Le regole del pai gow poker sono un ibrido tra le regole di base del poker classico e le meccaniche di gioco del pai gow classico, la cui unione ha dato vita ad un gioco totalmente nuovo, simile e allo stesso tempo diverso da entrambi.

Il gioco del poker, è uno dei classici giochi d’azzardo con le carte, da cui sono derivate nel tempo tante varianti con regole alternative e meccaniche di gioco differenti. Allo stesso tempo, il gioco del Pai Gow è uno dei classici del gioco d’azzardo orientali, in cui si gioca con i tasselli del domino cinese, da cui sono derivate nel tempo tante varianti con regole alternative e meccaniche di gioco differenti.

L’unione delle regole del poker alle regole del pai gow, nella California di metà anni ottanta ha portato alla nascita del pai gow poker, che è allo stesso tempo una variante del poker e del pai gow, in cui si gioca, a differenza del pai gow classico, con delle carte francesi, ed è uno dei pochissimi giochi d’azzardo in cui viene utilizzato anche la carta jolly del mazzo.

In questo articolo parleremo delle regole del pai gow poker, noto anche come poker a cinque carte o più semplicemente come poker e particolarmente apprezzato presso i casinò di Macao  e Las Vegas come il The Venetian Macao e il Caesars Palaces, oltre a molti altri casinò della strip.

Qualche informazione sul gioco del pai gow poker

Il pai gow poker non è una semplice variante del poker, ma si presenta più come un ibrido tra poker a cinque carte e pai gow orientale, e la sua creazione, avvenuta in California, nel 1985, negli Stati Uniti da Sam Torosian, all’epoca proprietario del Bell Card Club di Los Angeles, è stata fortemente influenzata dalla scoperta delle regole del poker cinese, detto anche Pusoy, da non confondere come Pusoy Dos, che invece si riferisce ad un altra versione del poker nota come poker russo.

Il poker cinese è una versione semplificata del poker classico, in cui il sistema di punteggio è basato sulle combinazioni vincenti del poker classico. Venendo a conoscenza di questo gioco, Sam Torosian, decise di creare una variante ulteriore di questo gioco, ancora più semplice e sicura, pensata per invogliare al gioco i giocatori meno abili e disincentivare dal gioco i bari.

Come nel poker classico, anche le regole del pai gow poker prevedono l’utilizzo esclusivo di carte da gioco francesi, e la distribuzione delle carte deve avvenire in senso orario, ma, a differenza del poker classico, nelle regole del pai gow poker è previsto l’utilizzo di una carta jolly.

Le Regole del poker classico

Per giocare a pai gow poker, è necessario disporre di un mazzo di carte francesi di cui si utilizzeranno tutte le 52 carte, più un singolo jolly e il gioco prevede la partecipazione di un massimo di sette giocatori, mazziere compreso.

Nel pai gow poker il mazziere può essere un giocatore diverso ad ogni turno o può essere fisso, nel caso sia presente il banco. In entrambi i casi e indipendentemente dal numero di giocatori, il mazziere procede con la distribuzione delle carte creando sette pile di carte, ognuna delle quali formata da sette carte ciascuna, più quattro carte che vengono escluse dal gioco.

Quando le pile sono formate i giocatori possono vedere le proprie carte e riorganizzarle a formare due mani, una da cinque ed una da due carte, in cui, il valore della mano da cinque carte deve essere superiore al valore della mano da due, e lo scopo del gioco è quello di creare le due mani con il punteggio più alto.

Una volta terminato il gioco, le regole del pai gow poker prevedono che l’intero mazzo venga rimescolato prima che inizi un nuovo giro.

Le puntate a pai gow poker

Per procedere con le puntate, ad ogni pila viene assegnato un numero da uno a sette partendo dal mazziere in senso orario, vengono poi rimosse dal gioco le pile alle quali non corrisponde un giocatore, e viene quindi estratto un numero casuale tra 1 e 7 che indicherà il primo giocatore ad effettuare una puntata, a questo punto le puntate procedono in senso antiorario.

Se il tavolo non è completo, le pile non assegnate vengono generalmente scartate, ma in alcuni casinò come il Golden Nugget e il casinò Palms di Las Vegas, una delle pile rimane in gioco, e ai giocatori al tavolo, è data la possibilità di fare una puntata extra sulla pila libera, denominata “mano di drago”, ma solo il primo giocatore che accetta la scommessa può procedere con una puntata sulla mano di drago, la cui gestione dipende dal regolamento del tavolo.

Le fiches o chips

Nel gioco del pai gow poker, le puntate vengono eseguite attraverso l’uso delle fiches, si tratta di dischi o piastre di metallo, plastica o altri materiali, sulle quali è raffigurato un valore monetario.

Per sedere al tavolo di pai gow poker e iniziare a giocare, soprattutto nei casinò, il giocatore è tenuto a disporre delle fiches, che può eventualmente acquistare presso il banco di cambio del casinò e una volta terminato il gioco, se la serata è stata fortunata, può riconsegnare le fiches al banco di cambio ed avere il corrispettivo in denaro delle fiches consegnate. Questo avviene soprattutto i casinò hanno l’obbligo legale di garantire una copertura a tutte le proprie fiches in circolazione.

Questo particolare è stato utilizzato come escamotage narrativo alla base del film Ocean’s Eleven, nel quale, una banda di truffatori e rapinatori, rapina il casinò Bellagio, nella cui cassaforte è conservato il denaro a garanzia delle fiches distribuite dai casinò Bellagio, MGM Resorts e Mirage.

Le combinazioni vincenti

Le regole del pai gow poker prevedono le stesse combinazioni vincenti del poker classico, con qualche differenza.

Nella mano da due carte le sole combinazioni vincenti sono carta alta e coppia, mentre nella mano da cinque carte è possibile vincere con carta alta, coppia, doppia coppia, tris, scala, colore, full, poker, scala colore e scala reale.

La ruota

In aggiunta alle mani standard, alcuni casinò includono tra le mani vincenti del pai gow poker, vi è una scala particolare che parte dall’asso e termina con il cinque. Questa scala è presente in molte varianti del poker classico e convenzionalmente rappresenta la scala più bassa del gioco, in quanto, in questa scala il valore dell’asso vale 1, e la sua carta più alta è il 5, tuttavia, in alcuni casinò è presente la regola della ruota, grazie alla quale l’asso (o jolly) vale 13 e trasforma questa scala nella seconda scala più forte del gioco, seconda solo alla scala reale.

Il Jolly

Nelle regole del pay gow poker è previsto l’utilizzo del jolly, il cui valore è variabile, nella mano da cinque carte può essere utilizzato in sostituzione di una carta assente per completare una scala o un colore, in caso contrario, la carta viene considerata al pari di un asso. Nella mano da due carte invece, la carta del jolly viene giocata sempre come se fosse il quinto asso del mazzo.

La carta alta

La carta alta è la carta della mano con il valore più alto, e a parità di punteggio per le mani di più giocatori, la carta alta è determinante per stabilire quale sia la mano vincente.

Coppia

La coppia, nelle regole del poker, è la combinazione vincente di base e più semplice da ottenere, che si verifica quando un giocatore ha in mano due carte dello stesso valore e tre carte diverse e non abbinate.
Se durante lo stesso giro, due giocatori dispongono di una coppia, la mano vincente sarà determinata dalla coppia più alta, e se le coppie avranno lo stesso valore, la vittoria verrà determinata dalla carta alta.

Doppia coppia

La doppia coppia, nelle regole del poker, è una combinazione di quattro carte formata da due coppie di valore differente ed una carta non abbinata.

La doppia coppia è più potente della singola coppia. Se il giocatore possiede due coppie dello stesso valore, ad esempio due coppie di due, in quel caso, non si parlerà di coppia ma di Poker, ovvero una combinazione formata da quattro carte dello stesso valore.

Tris

Il Tris, nelle regole del poker è una combinazione di tre carte che si verifica quando un giocatore ha in mano tre carte dello stesso valore e due carte non abbinate ed è una combinazione più potente della doppia coppia.

Se invece le altre due carte sono una coppia, allora si parlerà di Full, una combinazione più potente de colore, nella gerarchia del poker, composta da una coppia e da un tris nella stessa mano.

Scala

La scala, nelle regole del poker è una combinazione di cinque carte in sequenza, di seme differente, il cui valore è determinato dalla carta più alta della scala. La scala è più forte del tris.

Se durante lo stesso giro, due giocatori dispongono di una scala dello stesso valore, il piatto verrà distribuito in parti uguali tra i giocatori.

Colore

Il colore nella una combinazione di cinque carte dello stesso seme, non in scala il cui valore è determinato dalla carta più alta della mano, ma non dal seme stesso, i semi nel colore infatti sono equivalenti.

Full

Il full è una combinazione di cinque carte formata da una coppia più un tris, e il valore del full è determinato dal valore del tris, ma, in casi eccezionali.

Poker

Il poker è la combinazione vincente che da il nome al gioco, ma non è la combinazione più potente del gioco. Si tratta di una combinazione di quattro carte dello stesso valore e semi differenti, il cui valore è determinato dal valore delle carte che compongono il poker.

Scala colore

La scala colore è una scala particolare, più potente del poker, in cui le cinque carte dello stesso seme sono in sequenza, e il cui valore è determinato dalla carta più alta della scala.

Scala reale

La scala reale è la combinazione più rara e potente prevista dalle regole del poker, che si ottiene esclusivamente con cinque carte in sequenza, dello stesso seme, la cui carta minima è il dieci e la carta massima è l’asso.

Pai gow Poker On-Line e app di gioco

Dalla metà fine degli anni novanta, il pai gow poker, come la maggior parte delle varianti del poker classico, è diventato di grande tendenza grazie alla possibilità di gioco on-line, resa possibile dalla sempre maggiore diffusione di internet e con il tempo grazie alle nuove tecnologie digitali.

Dai primi anni duemila, molti casinò si sono affacciati al gioco on-line, creando propri portali di gioco digitale, come il casinò Wyn o il casinò di Venezia, e altri casinò in tutto il mondo, in cui gli utenti possono giocare, tra gli altri titoli, a Pai Gow Poker on line, contro altri giocatori o contro il banco.

Il gioco on-line è identico al gioco reale, governato dalle stesse regole e meccaniche, con l’unica differenza che, i giocatori, si trovano solo virtualmente allo stesso tavolo da gioco.

Tra le varie tecnologie che rendono possibile il pai gow poker on-line, il live game ed il gioco virtuale sono le più famose e fortunate.

Nel Pai gow poker live, i giocatori, per un massimo di sei, sono virtualmente seduti ad un tavolo reale, fisicamente presente in un casinò, al quale è assegnato un vero croupier che distribuisce le carte ai giocatori ed i giocatori possono vedere le proprie carte attraverso un sofisticato sistema di telecamere, che permette ad ogni giocatore, banco compreso, di vedere esclusivamente le proprie carte e grazie ad un software può riordinarle virtualmente in modo da formare le due mani di gioco.

Nel pai gow poker virtuale invece il gioco è governato da un software che sostituisce il croupier e distribuisce le carte ai giocatori. I software di gestione delle carte e l’assenza di un contatto reale tra i giocatori e le carte, hanno alimentato per molto tempo la diffidenza di molti giocatori, preoccupati del fatto che il software potesse in qualche modo favorire il banco, ma, allo stesso tempo, ha donato una maggiore sicurezza ad altri giocatori, convinti che nel gioco on-line non fosse possibile barare.

Il poker pai gow on-line in italia è regolamentata dall’AAMS

Il nostro voto

Info sull'autore

Antonio

Lascia un commento