Giochi da Casinò

Le regole della ruota della fortuna

Pubblicato: Marzo 12th, 2021 di Antonio

Il gioco della ruota della fortuna è un classico gioco d’azzardo americano reso celebre nel mondo da programmi come the wheel of fortune, e la sua versione italiana, la ruota della fortuna, presentato da Mike Bongiorno.

All’apparenza può sembrare molto simile al gioco della roulette, tuttavia, le regole della ruota della fortuna, sono estremamente diverse da quelle della roulette, così come lo è l’intera struttura del gioco che nell’insieme, sembra non avere nulla in comune con nessun altro gioco esistente.

Il gioco della ruota della fortuna, meglio noto negli stati uniti con il nome di Big Six Wheel, consiste in una grande ruota verticale, divisa in tanti spicchi, tutti della stessa dimensione, che viene fatta ruotare dal giocatore.

Quando la ruota si ferma, lo spicchio che si trova in alto, determina, secondo le regole della ruota della fortuna la possibile vittoria del giocatore.

Oggi è possibile giocarvi in molti casinò di tutto il mondo, vediamo dunque le regole della ruota della fortuna!

 

Le regole della ruota della fortuna

Esistono molte varianti delle regole della ruota della fortuna o del big six wheel, la maggior parte delle quali sono state modificate e personalizzate dai casinò in cui viene giocato, il gioco infatti è dotato di un’ ampia versatilità resa possibile da un sistema di regole di base, comuni a tutte le versioni della ruota della fortuna, estremamente semplici e intuitive.

Lo scopo del gioco

Lo scopo del gioco è quello di far ruotare una ruota e fare in modo che questa si fermi sul premio scelto, anche se i giocatori, una volta avviata la rotazione, non hanno alcun controllo sul dove la ruota si fermerà.

In molte varianti del gioco, tutte le sezioni della ruota riportano un premio, in altre varianti invece, solo alcune sezioni della ruota riportano un premio, in altre ancora, la ruota è funzionale ad un sistema di gioco più ampio, ed è utilizzata come alternativa al lancio di un dado.

La Ruota

La ruota è il cardine del gioco della ruota della fortuna, e, nella versione classica del gioco, è disposta verticalmente, tuttavia, in alcune varianti, la ruota può essere disposta orizzontalmente, come anche nelle versioni televisive del gioco.

Il diametro della ruota è generalmente molto ampio, in modo che la ruota sia ben visibile da tutta la sala. Questa enorme ruota è divisa in un numero variabile di segmenti, tutti della stessa dimensione, separati tra loro da raggi. Ogni segmento, della ruota è associato ad un numero.

Nella parte superiore della ruota è presente un dispositivo, formato da un asticella di gomma flessibile o pelle che ha lo scopo di indicare il premio da assegnare al giocatore.

Perché ad un giocatore venga assegnato un premio, questi deve far girare la ruota, in senso orario o antiorario, e durante la rotazione, l’asticella di gomma flessibile posta in alto, urtando contro i segmenti che separano le varie sezioni della ruota, la farà rallentare fino a fermarsi.

Quando la ruota si ferma, il premio indicato nel segmento di ruota corrispondente all’asticella di gomma, è il segmento vincente e il premio indicato viene assegnato al giocatore o va a moltiplicare l’importo scommesso dal giocatore a seconda della quotazione.

I Premi

La ruota classica si compone di circa 52 sezioni, sulle quali sono raffigurati sei simboli, che corrispondono a 1, 2, 5, 10, 20 e Joker.

Delle 52 sezioni della ruota, circa la metà sono occupate dal simbolo 1, il che significa che le probabilità che facendo girare la ruota, questa si fermi su 1 sono molto alte.

Più basse, ma comunque molto alte, sono le probabilità che la ruota si fermi sul simbolo 2 presente sulla ruota circa 15 volte.

Il simbolo 5 è presente solo sette volte, il simbolo 10 è presente quattro volte ed il simbolo 20 è presente due volte.

Il simbolo Joker invece è presente un unica volta sulla ruota, e di conseguenza è il simbolo con la più bassa probabilità di uscita.

Come in tutti i giochi d’azzardo, più è bassa la probabilità d’uscita, migliore è la quotazione, e se il simbolo 1 è quotato 1:1, il simbolo 2 è quotato 2:1 e così via, il simbolo Joker, presente un unica volta su 52, è quotato 40:1.

Perché il giocatore possa vincere però, deve fare una puntata, e questa viene generalmente fatta all’inizio del gioco, prima che la ruota inizi la propria rotazione.

Per puntare un giocatore, come nel gioco della roulette, può scegliere una o può sezioni della ruota su cui puntare.

Nel caso la ruota si fermi sulla posizione da lui indicata, il banco deve pagare il giocatore a seconda della quotazione di quella data sezione. In caso contrario invece, non c’è vittoria.

Una volta scelta la sezione della ruota su cui il giocatore vuole puntare, posiziona le proprie fiches, se sta giocando al casinò, su una casella corrispondente al simbolo sul quale ha ha puntato.

Il tutto su di un tavolo posto generalmente di fronte o accanto alla ruota.

Le Fiches

Per giocare alla ruota della fortuna è necessario puntare su una o più sezioni della ruota prima che il gioco abbia inizio.

Per farlo, convenzionalmente, nei casinò si fa ricorso a delle fiches. In caso di vittoria, il giocatore viene ripagato in fiche che può ritirare alla cassa o far convertire alla cassa del casinò e riscuotere l’equivalente del valore delle fiches in denaro.

Le fiches sono dei dischi di palstica o altri materialo, distribuiti dai casinò e che nel casinò funzionano come del denaro reale. Permettono ai giocatori di giocare ai vari giochi e slot e in qualsiasi momento possono riconvertire le fiches in denaro con cambio 1:1, presso il banco di cambio del casinò.

I casinò di tutto il mondo hanno l’obbligo legale di garantire una copertura a tutte le proprie fiches in circolazione.

 

Varianti della ruota della fortuna

Esistono innumerevoli varianti della ruota della fortuna, che possono essere caratterizzate da una diversa distribuzione delle sezioni della ruota, dall’uso dei simboli presenti sulla ruota, o dalla possibilità per i giocatori di puntare su un determinato segmento.

La ruota della fortuna è un gioco ma può essere usata come uno strumento di gioco, al pari di dadi e carte, o come moltiplicatore per i premi.

Di tutte le varianti di questo gioco, la versione nota come ruota dei soldi è la più diffusa nei casinò americani, ed è convenzionalmente considerata come la ruota della fortuna classica.

Oltre alla ruota della fortuna classica nota anche come ruota dei soldi, la variante più diffusa di questo gioco, è nota con il nome di ruota dei dadi.

La ruota dei dadi

Nel gioco della ruota dei dadi, i simboli raffigurati nelle varie sezioni della ruota, corrispondono ad alcune delle 216 combinazioni possibili lanciando di tre dadi classici a sei facce.

Che quindi sono rappresentate sulla sezione di ruota con tre simboli raffiguranti i numeri da uno a sei e le combinazioni di dadi riportate sulla ruota, possono variare a seconda delle regole del tavolo o casinò.

In alcune varianti della ruota dei dadi, la ruota della fortuna è divisa in 216 sezioni, in cui sono raffigurate tutte le combinazioni possibili del lancio di tre dadi.

In questa versione della ruota della fortuna, i giocatori scommettono sui numeri da 1 a 6, e in base a quante volte il numero è raffigurato dai dadi della sezione in cui si ferma la ruota, il giocatore viene pagato.

Con rapporto 1:1 se il numero è presente una sola volta, 2:1 se il numero è presente 2 volte e 3:1 se il numero è presente su tutti e tre i dadi raffigurati su quella sezione della ruota.

Contrariamente a quello che il nome può far pensare, questa variante non ha alcun legame con il gioco dei dadi o del craps

La ruota della fortuna on-line

La ruota della fortuna, come molti giochi d’azzardo, ha conosciuto, a partire agli anni novanta, una grande popolarità on-line e nel mondo del gioco digitale. Soprattutto grazie alla diffusione sempre maggiore di internet, e in tempi più recenti di smartphone e tablet.

Grazie alla sua semplicità e immediatezza, la ruota della fortuna ha avuto una grande fortuna in rete, dove sono sorti innumerevoli siti di gioco on-line che oltre ai classici poker, blackjack e roulette, permettono anche di giocare alla ruota della fortuna.

La maggior parte di questi siti e app di gioco, emulano la presenza di una ruota, grazie a software di estrazione di numeri casuali, che permette ai giocatori di far ruotare una ruota virtuale e giocare secondo le regole classiche della ruota della fortuna, o della ruota dei dadi.

Più di recente, molti sviluppatori, hanno introdotto nelle proprie applicazioni, lo strumento della ruota della fortuna, che, sfruttando le meccaniche della ruota della fortuna tradizionale, permette ai giocatori di riscattare bonus e premi giornalieri casuali.

Offre uno o più giri di ruota gratuiti al giorno, e una volta terminati, i giocatori possono riscattarne di aggiuntivi guardando ads, eseguendo specifiche azioni, come la condivisione di un badge o invitando amici a giocare, o più semplicemente, acquistando gettoni virtuali che permettono loro di fare ulteriori giri di ruota.

La ruota della fortuna in TV

La grande popolarità del fioco, e la sua immensa versatilità, hanno influenzato la nascita di diversi giochi per la televisione già nei primi anni cinquanta. Nel 1952 la CBS trasmise, tra il 3 ottobre del 52 ed il 25 dicembre del 53 uno show televisivo quotidiano, chiamato Wheel of fortune, presentato da Todd Russel e commentato da Hal Sims.

Qualche anno più tardi, nel 1975 Merv Griffin riprese il concept del gioco, riadattandolo e rendendolo più accattivante e moderno, dando vita allo show di successo Wheel of Fortune.

A differenza del programma tv del 1952, ebbe una fortuna mondiale, andando in onda per diversi anni sulle reti della NBC per poi passare, nel luglio del 1989 alla CBS e tornare, nel gennaio del 1991 nuovamente alla NBC.

Lo show Wheel of fortune degli anni 70 ispirò diversi altri programmi nel resto del mondo, come la ruota della fortuna, andata in onda in Italia dal 1988 alla metà degli anni novanta, sulle reti canale 5 e rete 4, e presentato da Mike Bongiorno.

Qualche informazione sulla ruota della fortuna

Non si sa esattamente quando o dove, ne da chi sia stato inventato il gioco della ruota della fortuna, ne quando sono state codificate le regole del gioco, ma, secondo alcuni, le sue origini potrebbero risalire all’europa medievale, nelle cui fiere era praticato un gioco molto simile e con regole molto simili a quelle dell’odierna ruota della fortuna.

La ruota della fortuna è un immagine ampiamente utilizzata nel medioevo, ed è presente anche nella tradizione popolar, come carta dei tarocchi, nota anche come la ruota, la fortuna o la ruota della fortuna, e costituisce la decima carta del gruppo degli arcani maggiori.

Con la fine del medioevo, della ruota della fortuna sembra non essere rimasta traccia, se non la sua presenza nei mazzi di tarocchi, e il gioco sembra essere stato dimenticato per molto tempo, almeno fino alla seconda metà del XIX secolo.

Quando, nel pieno della febbre dell’oro, un gioco con caratteristiche simili a quelle della ruota della fortuna medievale, non ha fatto la propria apparizione nei saloon e nei primi casinò del Nord America.

Da allora il gioco si è diffuso nuovamente nei casinò di tutto il mondo, dove, grazie alla propria versatilità, ha assunto forme e regolamenti differenti, dando origine ad una varietà infinita di giochi della ruota della fortuna.

 

Conclusioni

Speriamo che il nostro articolo sulle regole della ruota della fortuna ti sia stato utile!

Ora non ti resta che metterle in pratica!

Il nostro voto

Info sull'autore

Antonio

Lascia un commento