Cinema

Il film Ocean’s Eleven

Pubblicato: Novembre 25th, 2020 di Antonio

Il film Ocean’s Eleven di Steven Soderberg, del 2001, con protagonista George Clooney, è un remake in chiave moderna del film Ocean’s 11 di Lewis Mileston, del 1960, con protagonisti Frank Sinatra e Dean Martin, e giunto in Italia con il nome di Colpo Grosso.

Si tratta di una commedia action, sviluppata come un thriller, in cui i protagonisti saranno impegnati in un furto camuffato da truffa ai danni dei casinò Bellagio, Mirage e MGM Garden di Las Vegas, tutti casinò di proprietà della MGM Resorts International, che, nel film appartengono al milionario Terry Benedict, trasposizione cinematografica del magnate Kirk Kerkorian, ed utilizzano il caveau del Bellagio, per custodire l’incasso giornaliero dei tre casinò.
Protagonista del film è un geniale George Clooney, che veste i panni di Daniel “Danny” Oceans, accompagnato da Brad Pitt nei panni di Robert Ryan, detto Rusty e un giovane Matt Damon nei panni di Linus Caldwell, mentre la componente femminile del cast è impersonato dalla una magnifica Julia Roberts nei panni di Tess, ex moglie di Danny e attuale compagna di Terry Benedict.

Il Film, dalla durata complessiva di 116 minuti è stato prodotto e distribuito Warner Bross che in seguito avrebbe realizzato due sequel ed uno spin-off del film.

Qualche informazione sull’originale Ocean’s Eleven

Il Film Ocean’s eleven del 2000 è un remake dell’omonimo film degli anni sessanta, nel quale la banda degli undici di Ocean è formata da un gruppo di veterani della seconda guerra mondiale, tutti ex membri dell’unità 82a Airborne, che decide di rapinare contemporaneamente i cinque casinò più famosi di Las Vegas, il Sahara, il Riviera, il Desert Inn, il Sands e il Flamingo.

A guidare la banda nel piano, organizzato con precisione militare, saranno Danny Ocean’s, interpretato da Frank Sinatra e il suo socio Jimmy Foster, interpretato da Peter Lawford, che, per riuscire a rapinare simultaneamente i cinque casinò, sarà costretta a far saltare la corrente e lasciare al buio l’intera strip di Las Vegas.

Differenze tra i due Ocean’s eleven

Diversamente da quanto accade nel film originale, nel remake di Ocean’s Eleven la rapina/truffa ai casinò non prevede di colpire contemporaneamente più casinò, questo perché nel remake gli incassi del Mirage, MGM Garden e Bellagio sono custoditi tutti nel caveau del Bellagio, mentre nel film originale è necessario rapinare contemporaneamente cinque casinò. Questa variazione di trama comporta anche qualche leggera variazione nel piano, che è diverso nei due film.

Nel film originale il piano di Ocean è quello di rapinare i casinò, nel remake, Ocean finge di rapinare i casinò come nel film originale, ma mentre ciò accade, è in svolgimento un piano parallelo che permette alla squadra di Ocean di riuscire a scappare con i soldi del bottino, diversamente dal film originale in cui il bottino viene in parte perduto e in parte distrutto. Nonostante le numerose differenze di trama e di ambientazione, nel remake, sono presenti numerose citazioni al film originale.

La Produzione del film Ocean’s eleven

La produzione del Film Ocean’s Eleven, arrivato in Italia come Ocean’s Eleven – Fate il vostro gioco, è iniziata sul finire del 1999, quando la Worner Bross, aveva ingaggiato il regista Steven Soderbergh, per la realizzazione di un remake del film cult degli anni 60, Colpo Grosso.

Tra i primi attori contattati vi erano George Clooney, Brad Pitt e Julia Roberts, che poi diventati ufficialmente i protagonisti della pellicola, oltre a loro, erano stati presi in considerazione Jhonny Depp e Luke ed Owen Wilson che avrebbero dovuto interpretare rispettivamente Linus Caldwell, ed i gemelli Malloy, i tre attori dovettero però rinunciare alla partecipazione perché già impegnati con altri film.

Per il ruolo di Linus Caldwell, una volta sfumata la partecipazione di Jhonny Depp, la produzione pensò a Mark Wahlberg, il quale dovette rifiutare in favore del remake del Pianeta delle Scimmie, e alla fine il ruolo del rampollo Caldwell, venne affidato a Matt Damon che si ritrovò a scegliere tra una parte secondaria nel film Ocean’s eleven e un ruolo da protagonista nel film Unfaithful, parte che rifiutò in favore del ruolo di Linus Caldwell.

Per i gemelli Malloy, in sostituzione dei fratelli Wilson la produzione pensò inizialmente ai cineasti Jhoel ed Erhan Coen, per poi ripiegare sul duo Scott Caan e Casey Affleck.

Altri attori come Mike Myers, Bruce Willis, Ewan McGregor, Alan Arkin e Ralph Fiennes vennero inizialmente presi in considerazione per comporre la squadra degli undici di Ocean, ma anche loro, per vari motivi, dovettero abbandonare o rinunciare al progetto.

I Cameo di Ocean’s eleven

Il film Ocean’s Eleven, oltre ad avere un cast d’eccellenza, ha ha attirato l’attenzione di numerosi attori televisivi, artisti e cantanti, che parteciparono al film, con dei brevi cameo, nei quali interpretavano se stessi, come ospiti o artisti in scena al Bellagio.
Già in una delle prime scene del film, appaiono al tavolo verde, in compagnia di Brad Pitt, gli attori Holly Marie Combs, Topher Grace, Joshua Jackson, Barry Watson e Shane West nei panni di loro stessi mentre imparano le regole e le tecniche del poker da Rusty, interpretato da Pitt.
Vi è poi un Cameo dello stesso regista, nei panni di uno dei rapinatori che collaborano con Basher, prima che questi venga assoldato da Ocean, mentre gli artisti circensi e ammaestratori di leoni Sigfrid e Roy, appaiono nei panni di loro stessi, come artisti che durante un esibizione al casinò Bellagio. Sempre al Bellagio appaiono il cantante e presentatore Wayne Ewton, e gli attori Henry Silva e Angie Dickinson, entrambi attori dell’originale “Ocean’s 11” del 1960, come loro, sempre nei panni di se stessi, appaiono anche Wladimir Klitschko e Lennox Lewis, mentre il produttore Jerry Weintraub veste i panni del giocatore Denny Shields.

La Trama di Ocean’S Eleven

Il protagonista di Ocean’s Eleven è Daniel Ocean, detto Danny (George Clooney), che, all’inizio del film è appena uscito di prigione dopo quattro anni con l’accusa di truffa aggravata e rapina e, più avanti nel film, si scopre che l’arresto di Danny è avvenuto a causa della sua ex moglie Tess (Julia roberts).

Non troppo tempo dopo l’uscita di prigione Danny si reca dal suo vecchio amico e socio Rusty Ryan (Brad Pitt), anche lui rapinatore e truffatore, che ufficialmente si è ritirato per diventare un “insegnante di poker” per giovani attori e uomini d’affari. Qui Danny propone a Rusty di compiere un ultimo grande colpo insieme e rapinare i tre più importanti casinò di Las Vegas, il Bellagio, il Mirage e l’MGM Grand, di proprietà della MGM Resorts International, che nel film appartengono al miliardario Terry Benedict.

Rusty, che nel film mangia continuamente, tra morso e l’altro accetta e i due si recano da Reuben Tishkoff, proprietario di un piccolo casinò di Las Vegas che sta per essere distrutto da Benedict, il quale non esita ad accettare di finanziare il colpo ai danni del rivale.
Danny e Rusty sono la mente del piano, Ruben il finanziatore, ma perché tutto vada a segno, vengono reclutate altre otto persone, per un totale di undici membri della banda, ognuno dei quali avrà un compito ben preciso.

La Banda degli undici di Ocean

Yen, detto il magnifico, è un acrobata e contorsionista, che avrà il compito di introdursi nel caveau del Bellagio ed installare alcuni ordigni esplosivi nella stanza, Danny farà lo stesso piazzando degli esplosivi all’esterno del caveau.

I fratelli Malloy avranno il compito di duplicare le chiavi d’accesso e Livingston Dell avrà il compito di disorientare la sorveglianza intercettando il segnale delle telecamere del caveau e fornire false immagini, così da coprire ciò che sta accadendo realmente nella stanza. A Frank Catton viene affidato il compito di studiare gli spostamenti interni della sicurezza e individuare vie di fuga all’interno del casinò, per farlo viene fatto assumere come croupier al Bellagio. Saul Bloom invece, avrà il difficile e ostico compito di conquistare la fiducia di Benedict, impersonificando un ricco industriale che chiederà a Bendedict di custodire un importante carico nel caveau del Bellagio e Linus Caldwell dovrà invece sorvegliare Benedict.

Per massimizzare le possibilità di successo, il gruppo costruisce una copia esatta della cassaforte del Bellagio, dove, secondo le stime di Danny, il giorno del furto, dovrebbero essere custoditi circa 150 milioni di dollari, poiché, per legge, i casinò devono garantire la possibilità di liquidare tutte le proprie fiche in circolazione. Danny fissa quindi la data del colpo al giorno in cui in città si sarebbe svolto un importante incontro di Boxe, che, secondo le stime di Ocean, avrebbe costretto i casinò a raddoppiare la disponibilità di denaro rispetto a giornate ordinarie.

In attesa del giorno stabilito, Benedict fa distruggere il casinò di Ruben, sul cui terreno intende edificare un nuovo resort. Un inconveniente durante la distruzione dell’edificio innesca un blackout che coinvolge l’intero quartiere, causando la scoperta di una vulnerabilità nell’impianto dei generatore di corrente che la banda intendeva sfruttare per dare a Danny il tempo di entrare nel caveau ed uscire dal caveau del Bellagio.

La banda è costretta a modificare il piano e Basher Tarr, l’esperto di esplosivi della banda,propone di rubare un generatore di impulsi EMP della CalTech che ha la potenza necessaria a provocare un blackout totale in tutta Las Vegas, per circa 30 secondi.

Linus, incaricato da Rusty di pedinare Benedict scopre che la fidanzata di Benedict è Tess, l’ex moglie di Danny. Rusty quindi incarica Linus di pedinare Danny, per evitare che l’ex moglie che già una volta lo aveva tradito mandandolo in galera, possa far saltare il piano. Danny viene scoperto da Benedict, questo gli costerà un apparente espulsione dal gruppo che si scoprirà poi essere parte del piano, mentre Linus sarà incaricato di scassinare la cassaforte.

Il giorno della rapina

Il giorno del colpo la prima mossa della banda spetta a Saul Bloom che, poco prima dell’incontro, consegna il carico a Benedict, fa seguito Linus che, fingendosi un impiegato dell’organizzazione per il gioco d’azzardo e, dopo un’accesa discussione, fa licenziare Catton, accusandolo di essere un truffatore ed ex criminale, per poi recarsi all’ascensore che porta al caveau. Danny distrae la sicurezza facendosi pedinare, per poi essere portato in una stanza senza telecamere dove un corpulento agente ha il compito di interrogarlo brutalmente. Quello che Danny non sa è che l’agente della sicurezza è uno dei complici di Danny che è stato pagato per aiutare Danny a salire lungo un condotto che lo porterà sopra all’ascensore del caveau.

Mentre Linus entra in ascensore Saul finge un malore, attirando su di se l’attenzione della sicurezza, e permettere a Livingston di modificare la registrazione con immagini in cui tutto è tranquillo. Nel frattempo Basher attiva il dispositiv per innescare un blackout di trenta secondi che consente a Linus e Danny di raggiungere la porta della cassaforte e piazzare gli esplosivi. Yen, nascosto in un carrello che i fratelli Malloy avevano spacciato per denaro contante, è riuscito ad entrare nel caveau e può quindi piazzare anch’esso gli esplosivi.

A questo punto tutto è pronto per il colpo e Rusty chiama Benedict, e le immagini della sicurezza tornano quelle reali.
Benedict deve scegliere se lasciar scappare la banda con la metà dei 163 milioni di dollari nel caveau, e salvarne la metà, o perdere l’intera somma, tenuta sotto ostaggio da cariche di esplosivo piazzate nella cassaforte.

Benedict accetta il ricatto e le sue guardie portano il denaro in un furgone diretto all’aeroporto, mentre le squadre speciali S.W.A.T. entrano nel casinò per liberare il caveau.

Benedict fa pedinare il furgone e per i rapinatori sembra tutto finito, ma quando gli uomini di Benedict intervengono trovano solo un robot a distanza e delle borse piene di esplosivo che vengono fatte esplodere da Virgil Malloy.

Si scopre quindi che si era trattato di una grande messa in scena organizzata dalla banda che è entrata nel casinò travestita da uomini della S.W.A.T. e alla loro uscita, hanno portato con se tutti i 163 milioni di dollari.

Dopo il colpo al Bellagio

Danny, tornato nella stanza dell’interrogatorio, viene liberato e chiede a Benedict se sarebbe disposto a rinunciare a Tess in cambio dei soldi. Benedict risponde di sì, inconsapevole del fatto che Livingston sta mostrando quelle immagini a Tess. La donna quindi lo abbandona per tornare da Danny, inconsapevole del fatto che questi abbia appena svaligiato con successo il Casinò.

Danny viene nuovamente arrestato e costretto a sei mesi di carcere per aver violato la libertà vigilata. Quando esce, incontra Rusty e Tess che lo aspettano, e non lontano, gli uomini di Benedict che li stanno pedinando.

Il nostro voto

Info sull'autore

Antonio

Lascia un commento